Ero acqua io – mostra personale Nina Viviana Cangialosi

F.project é lieta di presentare il suo nuovo spazio.
In occasione dell’apertura verrà inaugurata
“Ero acqua io”
mostra fotografica personale di Nina Viviana Cangialosi
a cura di Luca La Vopa.

Venerdì, 9 settembre 2011
Ore 17:30.  In visione dal 9 al 30 settembre 2011.
Prorogata al 22 ottobre 2011.
Via Gaetano Postiglione, 10 – Bari

Ero acqua io è un percorso visivo accompagnato dai versi del poeta persiano Jalāl ad-Dīn Rūmī. Immagini raccolte durante un viaggiare continuo, spesso per lavoro, in compagnia di una macchina fotografica e qualche libro, che ricostruiscono un aide-mémoire dell’anima dove il viaggio diviene metafora dell’andare verso se stessi e verso il mutamento che nell’interiorità inevitabilmente produce:

“Ero acqua io, son divenuto vento
e venuto a salvare gli assetati da questo miraggio.
La Parola è quel vento che acqua era stato
e acqua torna ad essere quando getta via il velo.”
(Poesie Mistiche – Rūmī)

L’acqua e il vento, origine e causa di tutte le cose, ma anche la misteriosa natura invisibile che guida, accompagna, culla e infine svela. Paesaggi avvolti dalla nebbia, piccoli dettagli come oggetti da collezionare, frammenti di visioni in un tempo dilatato, brevi epiphanies alla ricerca dell’essenza ultima del percorso fatto e di quello a venire.

L’elemento umano, quasi completamente assente, altro non è che simbolo appena leggibile di una più vulnerabile dimensione interiore. Le fotografie sono stampate su carta cotone in piccolo formato e trattate singolarmente con vernice e bitume di Giudea. In questo modo, attraverso l’immagine, “mantiene una traccia e ricorda, incolla, ritaglia, sogna. Rammenda parole scucite. E lo fa sempre cercando: una strada, uno sguardo, una luce nella nebbia, la bellezza.”

Immagini come canto profondo e sottile. Come acqua nel palmo di una mano.
Un fiato di vento tra le parole.

“Il discorso è una nave, il significato è un mare”.
(Rūmī)

[sthumbs=7|9|8|5|6|4|1|2|3,144,3,n,center,]