Sony RX10 – La compatta che ruggisce

Sony RX10 - F.project Bari 01

Fonte: www.dphoto.it

Sony, il marchio che produce sensori tra i migliori (acquistati un po’ da tutti i produttori di fotocamere), i migliori mirini elettronici e display, che ha lanciato prodotti innovativi come la Sony R1, la serie NEX, la piccola e diabolica RX100 e gli obiettivi-fotocamera, ha confezionato una compatta ricca di tutto ciò che di buono possiamo immaginare. La Sony RX100 ha il design, l’impugnatura e le dimensioni di una piccola reflex digitale (pesa 813 grammi e misura 129 x 88 x 102 mm) e adotta un sensore  retroilluminato CMOS Exmor R da 1 pollice con 20,2 megapixel (ereditato dalla recentissima tascabile RX100 II). Questo è affiancato da un nuovo processore BIONZ X con una velocità di elaborazione circa 3 volte superiore rispetto alle versioni precedenti, riduzione del rumore per singole aree e riduzione della diffrazione.

La macchina ha uno zoom fisso Carl Zeiss Vario-Sonnar T* 24-200 mm (equivalente sul 35 mm) con apertura massima F2.8 luminosa costante su tutte le lunghezze focali. Altre compatte sul mercato offrono zoom altrettanto luminosi, ma la Sony RX10 ha un vantaggio non da poco sul piano della profondità di campo offerto dal sensore più grande.

Sony RX10 - F.project Bari 02

Per migliorare la messa a fuoco automatica, a contrasto, Sony ha adottato sulla RX10 un motore AF SSM Direct Drive a onde supersoniche. Il sistema AF Lock-on segue automaticamente i soggetti in movimento, mantenendoli a fuoco anche se scompaiono temporaneamente dall’inquadratura per poi ricomparirvi. La nuova modalità AF “occhi” promette ritratti nitidi, con lo sguardo del soggetto sempre perfettamente a fuoco, anche se non è rivolto direttamente verso la fotocamera. E’ possibile selezionare tre diverse dimensioni per l’inquadratura dell’autofucs spot, cosa che permette di evitare errori di messa a fuoco accidentali nel caso di soggetti molto piccoli, come primi piani macro di insetti.

Il corpo della fotocamera è in lega di magnesio robusta e leggera, vanta un design anti-polvere e anti-umidità e guarnizioni per i comandi per una durata extra. Maneggevole e ricca di comandi manuali che offrono la flessibilità tipica di una reflex, la Cyber-shot RX10 risulta familiare a chi ha già una certa esperienza con le fotocamere reflex. È possibile passare da una modalità operativa all’altra, grazie alla ghiera per il controllo dell’apertura, che emette un sonoro “clic” quando l’apertura viene regolata manualmente. In alternativa è possibile cambiare modalità per una regolazione continua e fluida senza clic, ideale se si sta registrando un video o non si vuole distrarre il soggetto. La fotocamera dispone di sette pulsanti personalizzabili e oltre un piccolo display LCD sulla parte alta del corpo macchina, per una conferma immediata di esposizione e altre impostazioni chiave senza dover accedere al dipslay principale sul dorso della macchina.

Sony RX10 - F.project Bari 03

Fanno parte della dotazione il mirino elettronico OLED Tru-Finder con 1,44 milioni di punti e il display orientabile  in verticale, da 3 pollici con tecnologia WhiteMagic (visibilità migliore in piena luce). E ancora, Wi-Fi e NFC per una facile connessione a smartphone e tablet. Basta toccare un pulsante per connettere la compatta a uno smartphone o un tablet Xperia o Android ( compatibile con NFC), o per visualizzare le immagini su un televisore HD e sugli altri dispositivi della rete domestica. Installando PlayMemories Mobile Versione 3.0 è possibile trasformare lo smartphone in un telecomando, per attivare l’otturatore della fotocamera a distanza.
Chi non vuole complicarsi la vita con gli obiettivi intercambiabili, trova nello zoom 24-200 mm luminoso un compagno di avventure capace di fotografare quasi tutto e che può mettere a fuoco, anche a una distanza di soli 3 cm. La combinazione tra sensore di dimensioni maggiori (circa quattro volte più grande rispetto a quelli tipici delle compatte standard), apertura f/2,8 e diaframma a 7 lamelle consente agli appassionati di divertirsi con le sfocature intenzionali dello sfondo con risultati migliori rispetto a quelli ottenibili con una compatta concorrente e persino con una reflex APS-C abbinata allo zoom standard con apertura massima f/5,6.
Disporre di uno zoom f/2,8 vuol dire, naturalmente, anche poter scattare in condizioni di scarsa illuminazione senza dover aumentare le impostazioni ISO.
Lo zoom incorpora lo stabilizzatore SteadyShot contro il rischio di mosso nelle immagini.
Sony RX10 - F.project Bari 04
Ricca la dotazione per la registrazione video in Full HD (1920×1080) a un frame rate tra 50p (AVCHD progressivo) e 25p, con il controllo completo delle modalità P/A/S/M e l’ingresso XLR-K1M professionale per il microfono esterno (c’è anche l”uscita cuffie). Grazie a un’uscita HDMI “clear”, i video possono essere visualizzati su un monitor esterno oppure registrati su un dispositivo di archiviazione separato. Le immagini ad alta risoluzione possono essere visualizzate direttamente su un televisore 4K, che offre quattro volte la risoluzione del Full HD.

La Sony RX10 arriva accompagnata da un’ampia gamma di accessori compatibili. La custodia premium LCJ-RXE protegge la fotocamera da polvere e urti, il microfono stereo ECM-XYST1M può essere collegato alla fotocamera attraverso la slitta Multi Interface Shoe. Se il flash incorporato non è sufficiente, ecco il potente flash HVL-F43M e la luce IR video a batteria HVL-LEIR1.

La batteria? L’autonomia, dichiarata, della batteria al litio NP-FW50 è di circa 420 scatti per carica.